Immagini

Molazzana

MolazzanaSuperficie Comunale: Kmq. 31,63
Popolazione:
1.210
Densità per kmq.
:38

Indirizzo: Via Parco Rimembranza, 11
Cap:55020
Tel.0583/760151
Fax 0583/760330

 

Castello o RoccaBusRistoranteRicettività turisticaArea sosta/Camper pic-nic

Il Comune di Molazzana si estende sulla sponda destra del fiume Serchio, sino alla Pania della Croce, definita anche "la regina delle Apuane" sia per la veduta incomparabile che offre sia per le sue caverne mozzafiato.
Il nome di Molazzana compare per la prima volta in un documento del 1105.
In epoca medievale Molazzana fu dominio feudale dei signori di Careggine e dei Porcaresi.
Dal 1308 divenne possedimento della Repubblica Lucchese, ma suddiviso tra le vicarie di Barga e di Camporgiano.
Dal secolo XV entrò a far parte del Ducato estense.

Il territorio di Molazzana è stato per secoli conteso tra la Repubblica di Lucca e gli Estensi. Si deve agli Estensi la costruzione del castello nel secolo XV.
A testimonianza del dominio longobardo rimane la chiesa di San Bartolomeo.

Le frazioni del Comune di Molazzana sono Alpe di Sant’Antonio, Brucciano, Cascio, Eglio, Montaltissimo e Sassi.
Caratteristico borgo, Cascio presenta ancora oggi resti di una fortezza , fatta costruire nel 1615 da Alfonso III di cui rimangono due porte, un ampio tratto di mura ed alcune torri.
Importante per questa frazione anche la chiesa parrocchiale che conserva una terracotta di Madonna con bambino di Giovanni della Robbia.

Eglio e Sassi, sono due piccoli borghi da cui si gode un magnifico panorama.
Nella chiesa parrocchiale di Eglio è conservata una tavola di Bartolomeo di Stefano risalente al 1505 raffigurante la Madonna della Tosse. Quella di Eglio è l’unica opera conservata del pittore cinquecentesco che lavorò anche per la chiesa di Sassi e quella di Corfino. Da Sassi, salendo al vecchio cimitero e alla torre campanaria costruita su di un vertiginoso strapiombo , si gode un’ampia veduta panoramica sulla Pania e sulla sottostante valle della Turrite

Per chi è appassionato di alpinismo il territorio del comune di Molazzzana offre vari itinerari che portano a raggiungere alcune delle cime più significative delle Alpi Apuane, come la Pania Secca (1711 mt.) e il Pizzo delle Saette (1720 mt.) ma anche la palestra di roccia delle Rocchette.

Gli speleologi potranno invece visitare le numerose grotte, veri e propri capolavori della natura, tra cui l’Abisso Revel di 300 mt.

L’Alpe di Sant’Antonio,. È un alpeggio ancora abitato dove sussistono le più tradizionali attività agricole e forestali della zona e dove ancora sono attivi i metati per l’essiccazione delle castagne e il mulino ad acqua per la loro macinatura.

 

LUOGHI DA VISITARE

Rocca di Cascio
Questo fortilizio fu costruito dagli Estensi intorno al XVII secolo per difendere il paese dai ripetuti attacchi dei lucchesi. Sono tuttora visibili i torrioni e la porta di ingresso principale che immette nella piazza del paese dove si affaccia anche la parrocchiale dedicata ai Santi Lorenzo e Stefano.

Il campanile di Sassi
Posto sulla sommità del colle ai cui piedi si sviluppa il paese, è stato edificato insieme all’antica chiesa su uno sperone di roccia che si affaccia a picco sulla valle della Turrite Secca.

torna indietro