Immagini

Castiglione di Garfagnana

Castiglione di GarfagnanaSuperficie Comunale: Kmq. 48,64
Popolazione:
1.934
Densità per kmq.
: 40

Indirizzo: Piazza Vittorio Emanuele, 1
Cap:55033
Tel.0583/69911
Fax 0583/699169

 

Castello o RoccaBusRistoranteRicettività turisticaArea sosta/Camper pic-nicStazione sciistica

Il paese si adagia su di un colle, da cui domina tutta la vallata incastonata tra i morbidi appennini e le più imponenti Alpi Apuane.
La sua storia prende avvio in epoca romana dall'antico 'Castrum Leonis'.
Castiglione fin da quei tempi fu tenuto in gran conto per la sua posizione di controllo sulla via che conduceva al passo di San Pellegrino, allora uno dei più facili passaggi dell'appennino.
Proprio per la sua posizione strategica ebbe un passato molto tormentato e subì molti assedi.

Nel 1371, passò definitivamente sotto il controllo di Lucca che vi insediò un commissario permanente. Fu potenziata la struttura difensiva con l'ampliamento della cinta muraria ( quella giunta fino a noi).
Durante il XV secolo, Castiglione fu una delle comunità garfagnine che, contrariamente alla stragrande maggioranza di queste, non fece atto di sottomissione agli estensi, rimanendo fedele a Lucca.

Attualmente nel suo territorio vive una popolazione di circa 2000 abitanti sparsi in 8 frazioni; Campori, Cerageto, Chiozza, Mozzanella, Pian di Cerreto, San Pellegrino, Isola e Valbona.
Dal punto di vista economico, in passato Castiglione traeva le proprie fonti di reddito principalmente dallo sfruttamento delle selve di castagni, dalla pastorizia e da piccole produzioni di cereali.
Oggi si riscontra la presenza di piccole realtà industriali e artigiane.
Parte dell’economia è legata al settore turistico sia estivo sia invernale dedicato in particolare agli amanti della natura e dello sport.
Stazioni sciistiche si trovano in località Passo delle Radici e Casone di Profecchia.

 

LUOGHI DA VISITARE

La Rocca di Castiglione di Garfagnana
Nella parte alta del borgo, su uno sperone roccioso che domina tutta la Garfagnana, sorge la Rocca, una struttura a carattere difensivo costruita alla fine del '300, con perimetro irregolare munita di tre torrioni a pianta semicircolare.

Il torrione principale è quello del Mastio, costruito con grossi blocchi di pietra e dotato di alto basamento a scarpa.
Gli altri due sono quello del Castellano e quello della Campanella.

Le mura della fortificazione si sviluppano per circa 750 metri e sono dotate di camminamento di ronda e strette feritoie per il controllo dell'esterno. Probabilmente in origine erano in parte circondate anche da un fossato.

Originariamente vi era un'unica porta d'accesso munita di ponte levatoio al centro della cortina sud; in seguito altre due porte furono aperte nel XVIII sec. per rendere più agevole l'ingresso nel paese.

Dalla Rocca si può ammirare uno stupendo panorama che abbraccia tutta la valle circostante.

L'interno ha subito modifiche e oggi la Rocca e di proprietà privata ma sono consentite le visite guidate.

San Pellegrino in Alpe
Situato a 1523 metri sul livello del mare è il paese più in quota della Grafagnana.
Dalla sua posizione ambientale e panoramica di rara bellezza si può abbracciare con un solo sguardo l'intera vallata e la catena delle Alpi Apuane.
Il piccolo centro è legato alla storia del Santuario di San Pellegrino e dell'Ospizio, antico rifugio dei viandanti che dall'Emilia raggiungevano Lucca. Il Santuario conserva in un tempietto di Matteo Civitali le spoglie dei Santi Pellegrino e Bianco. L'antico Ospitale ospita oggi il museo etnografico Don Luigi Pellegrini, una delle raccolte museali di cultura materiale più importanti d'Italia.

torna indietro